#Torinoricorda: #Tiracconto 1978

Riprendono gli appuntamenti con #Tiracconto gli anni piombo, gli incontri con i protagonisti e con gli autori, che  hanno scritto, in forma di saggio o narrativa, di quel tormentato decennio ’70. Per tornare sui fatti, riflettere, partecipare al dibattito, su uno dei periodi più bui della prima Repubblica.

Lunedì 25 Giugno alle 18:30 da Binaria Book in via Sestriere 34 a Torino

#Tiracconto 1978 Il sequestro Moro e il Processo di Torino al nucleo storico delle Brigate Rosse. Giancarlo Caselli, giudice istruttore del processo all’epoca dei fatti dialoga con Miguel Gotor, storico e saggista, curatore di: Aldo Moro Lettere dalla prigionia (Einaudi). Modera Luciano Borghesan

 

Nel Paese, già segnato da violenza e terrorismo, due eventi si distinguono,  indissolubilmente connessi: a Roma il sequestro del dirigente DC Aldo Moro, con il suo drammatico epilogo, a Torino  la ripresa e conclusione del processo che porta alle 29 condanne, fra cui quelle dei capi storici Curcio e Franceschini.

Le LETTURE firmate da Stefano Caselli in Anni SpietatiTorino racconta violenza e terrorismo (Laterza) e da Aldo Moro nel carteggio curato da Gotor, sono curate da Federico Bianco – attore, cantautore e autore televisivo – . Il Libro d’artista ‘‘MORO ALDO‘, di Eugenio Pacchioli,  allestito in sala, interamente realizzato nella primavera del 1978, apre un’inedita prospettiva sulla narrazione di quei 55 giorni.

Scarica l’Invito o effettua la prenotazione scrivendo a: info@ocralab.org

Annunci

#Torinoricorda 17/05/1976

Martedì 17 maggio l’Aula Magna del Campus universitario Luigi Einaudi ospita il quinto incontro organizzato da Ocra Lab sulla memoria degli Anni di Piombo: #Torinoricorda 17/5/1976, Il Processo ai capi storici delle Brigate Rosse a 40 anni dalla prima udienza.

invito_campus1705-page0

Due i momenti proposti: la Memoria, con il racconto dei protagonisti: Giancarlo Caselli, Giampaolo Zancan, Diego Novelli, Mario Chiavario, Igor Boni per l’Associazione Adelaide Aglietta; Claudio Sala e Renato Zaccarelli; i giornalisti Stefano Caselli e Vincenzo Tessandori.

La Narrazione,  affidata alle Letture sceniche degli allievi attori della Scuola di Teatro Sergio Tofano diretta da Mario Brusa: Gaia Baudino, Emmanuele Calautti, Lorenzo De Pasquale, Matteo Macchia, Riccardo Nazzaroli, Bruno Orlando, Simone Ricci, Igor Toniazzo, Marta Ziolla. Il Workshop preparatorio è a cura di Luciano Cravino con la collaborazione organizzativa di Donatella Degrandi. Una Lettura collettiva per ricordare  le vittime di  terrorismo, aperta a tutta l’assemblea, concluderà le iniziative in Aula Magna.

A seguire, presso la Biblioteca Norberto Bobbio del Campus, si potrà visitare l’allestimento del Libro d’artista ‘MORO ALDO’ di Eugenio Pacchioli, inedito racconto  per immagini e parole del sequestro Moro, realizzato tra marzo e maggio 1978. Sarà presente l’autore.

L’ingresso è libero fino a esaurimento posti. Prenotazoni al 320 9438634 info@ocralab.org

Alla pagina 17/05/2016  il Programma completo e tutte le info

Scarica il Comunicato Stampa – Leggi l”articolo  nella sezione Eventi di RAI STORIA

#Torinoricorda 09/03/1979

“Un’altra giornata di terrore e di sangue […]. Un commando di Prima Linea composto da sette persone dopo aver sequestrato cinque persone in un bar di Via Millio ha teso un agguato alla polizia telefonando in Questura:  ‘Venite abbiamo preso un ladro’. Quando la polizia è arrivata i terroristi hanno aperto  il fuoco. Nello scontro […] uno studente di 18 anni, Emanuele Iurilli, che rincasava, ha perso la vita.”

Così scriveva La Stampa , il 10/03/1979, il giorno dopo i tragici avvenimenti di Via Millio, ripercorsi ieri nell’incontro svoltosi nella Sala consiliare della Circoscrizione 3 della città di Torino con l’introduzione del  presidente di Circoscrizione Francesco Daniele, e il contributo dei Testimoni dei fatti: l’allora Sindaco Diego Novelli e il  PM di turno quel giorno, un giovane Francesco Gianfrotta, Presidente della sezione GIP del Tribunale di Torino solo fino allo scorso 31/12/2015 . Le loro parole hanno reso il servizio alla memoria che solo chi ha vissuto per esperienza diretta i fatti può restituire, e descritto la deriva di un ‘progetto rivoluzionario’ che una morte ‘assurda’ come quella del giovane studente torinese, spietatamente racconta. Non ‘tragici incidenti’ non ‘errori tecnici’, ha ricordato Gianfrotta,  solo una ‘inesauribile spirale di violenza’ che quel 1979 aveva ormai raggiunto.

Gli studenti dell’Istituto tecnico aeronautico Carlo Grassi  hanno chiuso l’incontro con un omaggio a Emanuele: la lettura di alcuni brani da Una questione privata e Partigiano Johnny di Beppe Fenoglio, l’autore sul quale Iurilli stava preparando la sua tesina di maturità; una poesia; il video sul ‘come eravamo’ in quel 1979 Vedi il video su youtube

2016-03-09 11.53.13      2016-03-09 11.55.28

Prende il via ‘Torino ricorda gli Anni di Piombo’

Incontri periodici ‘aperti alla città’  in coincidenza di DATE DI MEMORIA, SULLE TRACCE DEGLI ANNI DI PIOMBO nella narrativa, nella cronaca, nei luoghi simbolo. LETTURA E MEMORIA INSIEME PER UN UN NUOVO PROGETTO OCRA LAB

PRIMO APPUNTAMENTO LUNEDì 16 NOVEMBRE: SI RICORDA IL 16/11/1977, L’ATTENTATO A CARLO CASALEGNO,   Più Info e Prenotazioni QUI

#Torinoricorda Gli Anni di Piombo è un Progetto

ocralab013