GIRO/ Inquestotemposospeso

 

NICOLA STANTE  è un attore e autore di testi teatrali e canzoni. Nello spazio di In questo tempo sospeso ci fa l’ennesimo regalo: una lettura-canzone

 

Il 5 maggio ricorre un doppio anniversario: quello della scomparsa di Gino Bartali e di Alessandro Fantini, due grandi cliclisti e campioni stretti entrambi da un legame speciale con la città di Fossacesia in Abruzzo, dove Fantini è nato e di cui Bartali è diventato cittadino onorario. E dove sono anche le origini di Nicola Stante.
“PER LA BICICLETTA E IL VENTO CHE TAGLIA” è la canzone che  Nicola dedica loro , e “giro” la parola che ci lascia.

Un giro prevede sempre un ritorno
Una pedalata è tempo
Una fuga è inseguimento

Ascolta la traccia audio

Nicola Stante  #Inquestotemposospeso

L’ANGOLO DEL VAGO/Speciale 1Maggio

BUON PRIMO MAGGIO, AMICI DELL’ANGOLO DEL VAGO.
Per questa occasione, di festa e anche di commiato dall “angoletto” poetico curato da Nicola, un doppio appuntamento.

“LA GENESA” [Libera trasposizione da Guccini]” di Nicola Stante.

Dedicata a TUTTI I LAVORATORI. “Guardando bene … la prima improba fatica non è stata forse quella della Creazione? E da allora quanto LAVORO, per far andare avanti il mondo …”. Vi sorprenderà

Poi, due “laiche preghiere” ci raccontano di tempi difficili: della guerra e delle sue ristrettezze; della pazienza della notte, a cui segue il giorno. E ci riportano ai “nostri tempi”… sospesi, non facili neppur loro . Nicola legge:

“Guerra”, di Giovanni Raboni  

“Preghiera di notte n.3 [da dirsi nonostante un frastuono]”, di Nicola Stante.

“Qualcosa è stato dato Qualcosa tolto. E tutto ritorna come prima”. Nicola Stante

Questo è l’angolo del Vago

Per rivedere gli altri contributi, torna a L’angolo del Vago

Nicola Stante
#Inquestotemposospeso

IL SENSO delle cose/ Inquestotemposospeso

MARIA CASSELLA coordina la Biblioteca Norberto Bobbio del Campus universitario Luigi Einaudi di Torino, dove nel 2016 e 2017 sono state ospitate due nostre iniziative nell’ambito di progetti di Memoria su Anni di piombo e Shoah.

La sua parola è IL SENSO delle cose.

Nello spazio di In questo tempo sospeso ci regala un consiglio di lettura.  

“Viaggio intorno alla mia camera (Voyage autour de ma chambre) è un romanzo di Xavier de Maistre, scritto nel 1794 . L’autore viene confinato dai propri superiori per 42 giorni nella propria camera dopo un litigio con un ufficiale a Torino. E’ l’occasione per scrivere 42 brevi racconti, uno al giorno, dedicati ad argomenti ed oggetti diversi. De Maistre percorre, in lungo e in largo e in diagonale, i 36 passi di lato della sua stanza quadrata, commentando mobili e oggetti e richiamando vecchi ricordi. Ogni oggetto che l’autore ci presenta è occasione di divagazioni e di aneddoti, di osservazioni filosofiche basate su una morale corrente, benevola, generosa e arguta. Un viaggio interiore che conduce l’autore a riscoprire sé stesso e il valore della vita e della libertà”.

“La lettura e la scrittura sono i nostri compagni di viaggio, là dove il corpo non può più arrivare, arrivano la mente, la fantasia e l’anima”.  Maria Cassella

A VOCE ALTA

23 aprile, Giornata Mondiale del Libro

“In Abruzzo non c’è che due stagioni: l’estate e l’inverno. La primavera è nevosa e ventosa come l’inverno e l’autunno è caldo e limpido come l’estate. L’estate comincia in giugno e finisce in novembre. I lunghi giorni soleggiati sulle colline basse e riarse, la gialla polvere della strada e la dissenteria dei bambini, finiscono e comincia l’inverno. La gente allora cessa di vivere per le strade…”

 

Nicola Stante legge da “Le piccole Virtù” di Natalia Ginzburg il racconto di apertura “Inverno in Abruzzo”.

Ascolta la traccia audio

#Giornatamondialedellibro   #Inquestotemposospeso

 

L’ANGOLO DEL VAGO

“Questo è l’angolo del Vago”,  dice Nicola Stante, attore e autore di testi teatrali e canzoni, tra il divertito e il pensoso, nel presentare la sua “rubrica del tempo sospeso” sulle nostre pagine.

“… E mi piace questo Vago, dove proporrei dei piccoli scritti, delle poesie, come piccoli frutti: da gustare o anche… da sputare, se sono aspri, se non piacciono tanto”.

4 appuntamenti a partire dal 22 aprile.  Seguiteci su FB  O qui sul Blog, guardando i video pubblicati:

COPERTINA/ Questo è l’angolo del Vago

————————————————————————————————————

22aprile:    BALLATA ALLA STRADA     E’ stata scritta alcuni anni fa. Ma ascoltata oggi  appare ancora più attuale. La strada è protagonista indiscussa di questi giorni, e Nicola le dedica parole appassionate e poetiche.

25aprile:

DEMOCRAZIA o “Della Delega”   dedicata a TUTTI I RICONOSCENTI

LIBERTA’ o “Del Pensiero Libero” dedicata a TUTTI I POETI

RESISTENZA o “Della Voglia di Cantare”   dedicata a  TUTTE  LE  DONNE

 

La libertà è il dono che ci arriva da chi ha resistito, ha combattuto, è morto per noi.                 

E’ cibo, musica.

Nicola Stante.

 

28 aprile:  All’angolo del Vago si parla di “vuoti” e di “pieni”, di “incanti” e “disincanti”. Sono i frammenti poetici di Nicola…  IL VUOTO, DELL’INCANTO

Per vedere cosa ha condiviso Nicola nell’ultimo appuntamento, vai allo“Speciale Primo Maggio”dell’angolo del Vago

Nicola Stante
#Inquestotemposospeso

IL VAGO/ Inquestotemposospeso (dell’abbraccio)

DI NICOLA STANTE

Secondo appuntamento con IL VAGO, di Nicola Stante, attore e autore di testi teatrali e canzoni. Oggi ci regala un frammento poetico di cui è anche autore, “Dell’abbraccio”. Se volete, consideratelo un augurio.

La post produzione video è di Riccardo Zanchetta

RESILIENZA/ Inquestotemposospeso

DI SIMONE RICCI

Simone Ricci si forma alla Scuola di Teatro Sergio Tofano di Torino diretta da Mario Brusa; oggi è un attore professionista. Insieme ad altri allievi attori della Scuola Tofano legge per Ocra Lab nel 2016 e nel 2017, per #Torinoricorda gli anni di piombo. “In questo tempo sospeso” ripropone un brano tratto dalle pagine di Morte di un uomo felice di Giorgio Fontana, testo ispirato alla figura del magistrato Guido Galli assassinato da un commando di Prima Linea il 19/3/1980. La sua parola  è RESILIENZA

Ringraziamo Alessandra Galli, figlia di Guido Galli, per averci concesso di condividere le sue riflessioni.

La post produzione video è di Riccardo Zanchetta

SILENZIO/ Inquestotemposospeso

DI ANNA STANTE

Anna Stante, formatasi nella Bottega teatrale di Vittorio Gassman, è un’attrice di teatro, cinema e televisione. Da alcuni anni lavora in prima persona a corsi di recitazione per ragazzi; è di questi mesi un progetto teatrale sulla memoria della Shoah, che stava provando proprio prima dell’emergenza sanitaria. L’incontro con Ocra Lab avviene in veste di Lettrice, per una lettura recitata dalle Mille e una notte, eseguita nello scenario “fantastico” di un museo a cielo aperto in Abruzzo. La sua parola è SILENZIO

La post produzione video è di Riccardo Zanchetta

IL VAGO/ Inquestotemposospeso (del fumo)

DI NICOLA STANTE

Nicola Stante è un attore e autore di testi teatrali e canzoni. Con Ocra Lab ha partecipato a svariati incontri e serate, fra questi il reading “Dal Sentiero dei nidi di ragno alla Strada di San Giovanni” per l’”Omaggio a Italo Calvino” e la lettura da “La vita offesa” nei giorni della Memoria, in apertura della mostra “Sopravvissuti _ Ritratti Memorie Voci” di Simone Gosso.

La post produzione video è di Riccardo Zanchetta

TEMPO/ Inquestotemposospeso

DI EUGENIO PACCHIOLI

Eugenio Pacchioli  è un pittore, scenografo, performer, scrittore, già segretario generale dell’Archivio Storico Olivetti di Ivrea. Con Ocra Lab ha lavorato a tanti progetti, dalla performance di pittura e lettura dalle Mille e una notte sotto il cielo stellato di Città Sant’Angelo in Abruzzo, ai dipinti  realizzati per l’ “Omaggio a Italo Calvino”. La sua parola è TEMPO.

La post produzione video è di Riccardo Zanchetta